Pubblicato il "Profilo Funzionale di FSE regionale" e l'"Estratto delle Funzioni di Prima Applicazione"

Gruppo FSE-FM

È stato pubblicato, come White Paper HL7 Italia, il “Profilo Funzionale di Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) regionale”, derivato da HL7/ISO EHR-S FM. Il profilo è stato sviluppato da un Gruppo di 16 Amministrazioni (Provincia di Bolzano, Regione Calabria, Regione Campania, Regione Emilia Romagna, Regione Friuli Venezia Giulia, Regione Lazio, Regione Liguria, Regione Lombardia, Regione Marche, Regione Piemonte, Regione Puglia, Regione Autonoma della Sardegna, Regione Toscana, Regione Umbria, Regione Autonoma Valle d'Aosta, Regione del Veneto), in-house regionali ed Aziende sanitarie e da altre organizzazioni a carattere nazionale (CISIS - Centro Interregionale per i Sistemi Informatici Geografici e Statistici, CNR-ICAR, INVITALIA) e HL7 Italia).
 
Contemporaneamente al Profilo Funzionale FSE completo è stato inoltre pubblicato un estratto delle Funzioni e dei Criteri di Conformità applicabili alla realizzazione dei servizi FSE in sede di “prima applicazione”, in linea con l’art. 28 del DPCM FSE in fase di emanazione e realizzato dallo stesso gruppo.
 
Profilo ed Estratto sono raccomandati dalle “Linee guida per la presentazione dei piani di progetto regionali per il FSE” emessi da AgID e Ministero della Salute e previste dalla Legge n°98/2013 (conversione del DL 179/2012).

Il Gruppo di Lavoro Interregionale FSE-FM che ha realizzato il Profilo, si è formato nel febbraio 2013 a valle del Convegno HL7 di Bologna ospitato dalla Regione Emilia Romagna del 23 gennaio 20136.

Il Gruppo è stato inizialmente promosso da HL7 Italia, CISIS, da alcune Regioni e Province Autonome e dal CNR-ICAR ed è nato con lo scopo di definire e condividere un modello funzionale comune del FSE regionale che supportasse l’Uso Sensato (Meaningful Use) del Fascicolo a livello nazionale tenendo conto delle esperienze fatte ed armonizzandole in un modello condiviso. Attualmente il gruppo include 17 Amministrazioni Regionali e delle Province Autonome, 14 in-house ed Aziende Sanitarie e 3 entità pubbliche nazionali (CISIS, CNR-ICAR ed INVITALIA) ed HL7 Italia
 
Considerate le caratteristiche e la qualità del materiale prodotto HL7 Italia ha approvato l’uso del processo di adozione “Fast Track” previsto dal Regolamento HL7 Italia, il quale può venire "attivato quando emergano specifiche realizzate esternamente ad HL7 Italia che abbiano un grado di maturità tale da poter essere base per una rapida adozione come standard” ed ha inoltre deciso, su richiesta del Gruppo Interregionale ed in considerazione della maturità del profilo, di procedere alla pubblicazione del Profilo e del suo Estratto come White Paper formale HL7 Italia.
 
L’Electronic Health Record – System Functional Model è uno degli standard realizzati da HL7 International ed approvato anche da ISO come ISO/HL7 10781 EHR-S FM. Il modello, articolato in 7 sezioni nella R2, comprende 322 funzioni e 2.310 criteri di conformità formali. L’ EHR-S FM definisce, in maniera strutturata e integrata, l’insieme delle funzioni utente di un sistema di fascicolo “logicamente inteso” e delle regole o vincoli applicabili a tali funzioni.
 
Il modello, identificando le funzioni indipendentemente dalla loro implementazione tecnologica (sistema distribuito/centralizzato, sistema unico o insieme di sistemi, ecc.), consente di indicare “che cosa” il sistema può fare a prescindere dalle tecnologie ed architetture scelte per la sua implementazione.
 
L’esperienza ed il livello di cooperazione tra Amministrazioni centrali e regionali, ricerca e standard body non ha precedenti in Italia ed ha prodotto in meno di un anno risultati obiettivamente impressionanti. In 9 mesi il profilo funzionale dell’FSE regionale è stato realizzato dal Gruppo.
 
Il modello e un estratto delle funzioni per la realizzazione del FSE (in fase di prima applicazione del DPCM FSE), sono stati ottenuti dal lavoro di profilazione dello standard HL7/ISO “Electronic Health Record – System Functional Model Release 2” e sono stati pubblicati come white paper da HL7 Italia. Entrambi i documenti sono referenziati direttamente dalle Linee Guida.
 
Riferimenti:
 

 

Su